venerdì 2 novembre 2012

Divano Porta Fazzoletti

Questa è una nuova creazione, ancora da perfezionare ma è carina e molto decorativa per case, uffici e negozi :-)
Spero che piaccia a tutti :-)
XO XO



giovedì 1 novembre 2012

Cappellino Mezza Stagione

Buongiorno care lettrici,
Ecco a voi la mia ultima creazione: UN CAPPELLINO MEZZA STAGIONE
Per lo scema: NESSUNO!!! E' molto più facile e carino inventare uno scema al momento.

Questa sono io XD

 E' un cotone doppio 

Il sotto bianco per variare un pò

Cosa ne pensate?? Fatemi sapere!!!
XO XO

giovedì 25 ottobre 2012

Ricamo: Storia e Punti Base

STORIA:

Il ricamo è senz'altro una delle più antiche attività,sebbene i suoi prodotti non siano giunti ai nostri tempi.Ci sono dei frammenti di ricami risalenti all'antico Egitto,ma è probabile che quest'arte abbia avuto origine in Cina,da dove si propagò nel resto del mondo.In europa se ne hanno le prime testimonianze solo nel primo Medioevo.
Nell'arte popolare le tecniche venivano tramandate nel tempo con graduale perdità di originalità e con l'acquisizione di connotati locali,ma i manufatti,creati per oggetti di uso quotidiano,soccombevano al logorio del tempo,per cui oggi non rimane traccia della loro esistenza.Perciò non possiamo stabilire esattamente se il ricamo sia una tradizione popolare risalente a tempi remoti,o se invece si sia sviluppato con l'estensione di una moda inizialmente riservata al ceto più abbiente che poteva permettersi sia la spesa per il materiale sia il tempo necessario per l'esecuzione.Si sono salvati infatti solo alcuni eleganti bizantini che certo non si possono definire di arte popolare,sia per la preziosità dei materiali impiegati,sia per l'uso che se ne faceva,prevalentemente cerimoniale.
Possiamo comunque ipotizzare che,come la pittura,anche il ricamo abbia una base storica popolare molto antica.
In Italia,il ricamo nasce come una delle espressioni della cultura saracena.Non a caso la prima scuola di ricamo ha sede a Palermo e risale ai primi anni del secondo millennio.E' soltando nel XII e XIV secolo i momumentali lavori conosciuti,cioè l'arazzeria francese,inglese,tedesca e,in misura minore,italiana- da non confondere con l'arazzo vero e proprio che è una tecnica artistica di tessitura.Intanto la scuola italiana,distaccatasi dal gusto orientaleggiante iniziale,pone il centro dell'attività a Firenze e crea dei veri capolavori in tecniche diverse dell'arazzo.
A Firenze fu attivo Raffaellino del Garbo,mentre la bottega con più commesse fu quella delle Murate in via Ghibellina,che forniva i parametri ecclesiastici con le maggiori occasioni solenni.La maggior commessa quattrocentesca fu quella del Battistero,tra il 1466 e il 1480.Vennero ricamati piviali,dalmatiche e pianete su cui veniva riportata in 26 scene la vita di san Giovanni Battista,realizzate da Paolo da Verona,Coppino di Giovanni da Malines,Piero da Venezia e altre su disegno di Antonio Pallaiuolo.Nel 1477 circa venne realizzato da Francesco Malocchi il paliotto offerto ad Assisi da Sisto IV con figure di Antonio Pallaiuolo.Alla metà del secolo,Filippo Maria Visconti chiamò alla sua corte un artista fiorentino a dirigere i laboratori e molti veneziani a lavorare presso di lui,per cui lo stile fiorentino e quello veneziano si incontrarono in decorazioni arabescate di gusto orientaleggiante.Ne sono esempi il paliotto di Varese del 1491 e quello di Santa Maria delle Grazie.
Si sviluppa anche il ricamo in bianco e quello a fili contati che darà origine poi al merletto classico ed al merletto a filet.
Oggi,l'arte del ricamo è particolarmente scomparsa,lasciando l'interesse a livello di hobby.

Punti Base:

Punto Catenella

Punto Catenella

Punto Catenella ripassato

Punto Catenella ripassato

Punto Catenella annodato

Punto Catenella annodato

Punto Margherita

Punto Margherita

Punto Erba semplice

Punto Erba semplice

Punto Erba cordoncino

Punto Erba cordoncino

Punto Palestrina

Punto Palestrina

Punto Nodino

Punto Nodino

Punto Indietro

Punto Indietro

Punto Festone o Smerlo

Punto Festone o Smerlo

Punto Smerlo (variante)

Punto Smerlo (variante)

Punto Smerlo di unione

Punto Smerlo di unione

Punto Corallo

Punto Corallo

Punto Piatto

Punto Piatto

Punto Raso

Punto Raso

Punto Lanciato

Punto Lanciato

Punto Rumeno

Punto Rumeno

Punto Incrociato o mosca

Punto Incrociato o mosca

Punto Spina

Punto Spina

Punto Spiga

Punto Spiga



^.^ MaryArt Bijoux ^.^ (Marina Perino) Gioielli E Idee Creative: Portamonete Nuovi: fucsia, rosa, bianco...

^.^ MaryArt Bijoux ^.^ (Marina Perino) Gioielli E Idee Creative: Portamonete Nuovi: fucsia, rosa, bianco...: HO LAVORATO PARECCHIO IN QUESTI GIORNI E SONO NATI QUESTI NUOVI PORTAMONETE VERAMENTE GLAMOUR.  I primi due che vedete sono i più grandi,...

lunedì 22 ottobre 2012

Uncinetto: La Storia E I Punti Base

BuonGiorno,
Oggi mi sento più creativa del solito quindi vi spiego i punti base dl lavoro ad uncinetto nn prima di avervi raccontato la sua storia.
Buona lettura (^_^)

Iniziamo col dire che il lavoro all'uncinetto è considerato uno dei lavori più versatili e soddisfacenti e tutto quello che occorre per realizzare articoli originali e creativi è un uncinetto e un po' di filo. Permette di realizzare pizzi, centrini, ecc. lavorando un unico capo filato continuo.
L'uncinetto è costituito da un normale bastoncino munito ad una estremità di un uncino che serve per prendere e guidare il filo. Oggi essi sono fatti a macchina, normalmente in alluminio o acciaio rivestiti di plastica, ma possono anche essere in legno e persino in avorio. Hanno numerose dimensioni, secondo l'International Standard Range (ISR) e vanno da 0,60 mm, per cotone fine, a 10,00 mm per filato molto grosso e, dal momento che l' uncinetto non serve per reggere i punti, come il ferro per il lavoro a maglia, ma solamente l'occhiello di lavorazione, hanno tutti una lunghezza standard che è di circa 20 cm.
L'uncinetto di solito è schiacciato al centro per permettere una migliore impugnatura.

Origini dell'uncinetto
Le origini della lavorazione all'uncinetto sono antichissime e, come nel caso di altre arti tessili, difficili da tracciare, ma sono stati trovati esempi primitivi in ogni angolo del globo, in Estremo Oriente, in Africa, Europa, America del Nord e del Sud ed esempi se ne ritrovano già nella cultura egizia. Alle volte l'uncinetto è stato lavorato su fini uncini con filati molto fini che producevano un delicato tessuto, oppure è stato lavorato con filati più spessi su grossi uncini dando origine ad un tessuto compatto e denso. Questo secondo tipo di uncinetto veniva usato dai Cinesi per fabbricare bambole tridimensionali, dagli Africani che lo usavano per fabbricare i copricapi dei loro capi tribù, dai Turchi per creare cappelli e in Scozia per fare berretti e pesanti mantelli.La forma di uncinetto più delicata ebbe origine in Italia nel sedicesimo secolo ed esso veniva soprattutto usato dalle suore per realizzare addobbi e vestimenti per la chiesa.

I filati
I filati da utilizzare per il lavoro all'uncinetto possono essere molto differenti per avere effetti diversi. Il cotone e la seta producono un tessuto delicato simile alla tela del ragno che ricorda l'artigianato vittoriano, il filato spesso e grosso può essere usato per indumenti e per articoli domestici. Per realizzare lavori creativi e piacevoli si possono usare, oltre il cotone, la lana e la seta, la corda, il lino, la canapa, la juta che da soli o uniti ad altri filati danno risultati insoliti.


AVVIO

Picture

Mettete il filo attorno all'uncinetto, come da foto:

Picture

Prendete il filo con l'uncinetto e fatelo passare attraverso il cappio, nella direzione indicata:

Picture

Otterrete questo risultato:

Picture

Ora tirate i due capi del filo e stringete il nodo che si è formato:

CATENELLA (CAT)

Picture

E ora si può iniziare a fare la catenella, cioè la base.

Prendete il filo con l'uncinetto e fatelo passare nella maglia di avvio, così:

Picture

Poi fatelo di nuovo, già che ci siamo:

Picture

E avete già fatto due catenelle. Il risultato dovrebbe essere così:

Picture

Continuate finché non vi sembra la cosa più normale del mondo. Ecco un po' di catenelle:

PUNTO BASSISSIMO (BSS)

Picture

Il punto bassissimo, o maglia bassissima che dir si voglia, si usa soprattutto per collegarsi al giro precedente o per avanzare nel lavoro senza creare spessore; è un punto quasi invisibile.

Prendete la catenella di base che avete appena imparato a fare:

Picture

Inserite l'uncinetto nella prima catenella a partire dall'uncinetto stesso, così:

Picture

Prendete il filo con l'uncinetto e fatelo passare nella stessa seconda catenella, così:

Picture

Ora fatelo passare anche nella maglia che era rimasta sull'uncinetto:

Picture

E avete fatto il vostro primo punto bassissimo!


Picture

Facciamone un altro. Inserite l'uncinetto nella catenella successiva, prendete il filo con l'uncinetto e fatelo passare nella stessa catenella:

Picture

E poi nella maglia che era rimasta sull'uncinetto:

Picture

Ecco che aspetto dovrebbero avere i vostri primi due punti bassissimi:

Picture

Ora continuate per acquistare disinvoltura. Ecco il risultato di una serie di punti bassissimi sulla catenella iniziale:


PUNTO BASSO (BS)

Picture

Senz'altro il più usato, insieme al punto alto.

Ricominciamo dalla catenella iniziale:

Picture

Inserite l'uncinetto nella seconda catenella a partire dall'uncinetto stesso, così:

Picture

Prendete il filo con l'uncinetto e fatelo passare nella stessa seconda catenella:

Picture

Da qui in poi non è più come il punto bassissimo, perché le due maglie presenti sull'uncinetto non si fanno passare l'una nell'altra. Si lasciano lì, si riprende il filo e lo si fa passare attraverso tutt'e due le maglie, così:

Picture

Ecco fatto il primo punto basso.

Picture

Un altro? Inserite l'uncinetto nella catenella successiva:

Picture

Prendete il filo e fatelo passare nella stessa catenella:

Picture

Come prima, ci saranno due maglie sull'uncinetto:

Picture

Riprendete il filo e fatelo passare attraverso tutt'e due:

Picture

Avete fatto due punti bassi!

Picture

Continuate su tutte le catenelle, e otterrete qualcosa così:

PUNTO ALTO (ALT)

Picture

Meno solido e compatto del punto basso (non va bene per le cose da imbottire, per esempio), ma oh come si avanza più velocemente.

Partiamo sempre dalla solita catenella.

Picture

Stavolta ci sono subito due differenze: 1) si fa una gettata (cioè si prende il filo con l'uncinetto)

Picture

e 2) si inserisce l'uncinetto nella terza catenella.

Picture

Poi si riprende il filo con l'uncinetto e lo si fa passare attraverso la catenella, così:

Picture

A questo punto ci sono tre maglie sull'uncinetto. Si prende il filo con l'uncinetto e lo si fa passare attraverso le prime due maglie:

Picture

Poi si riprende il filo e lo si fa passare attraverso le due maglie rimaste:

Picture

Ecco finito il primo punto alto. Non è stato troppo traumatico, no?

Picture

Fatene un altro...

Picture

E poi continuate su tutte le catenelle.

Ecco, sapete già fare tutti i punti più comuni e importanti. Congratulazioni!

Già che ci siamo vi insegno anche il punto altissimo e il mezzo alto, ma con quelli precedenti potete fare quasi tutto.

PUNTO ALTISSIMO (ALTS)

Picture

Come il punto alto, ma stavolta si inizia con due gettate:

Picture

Poi si inserisce l'uncinetto nella quarta catenella, si riprende il filo e lo si fa passare nella catenella stessa:

Picture

Ora ci sono ben quattro maglie sull'uncinetto. Si riprende il filo e lo si fa passare attraverso le prime due:

Picture

Poi si riprende il filo e lo si fa passare attraverso altre 2:

Picture

Si riprende il filo per l'ultima volta e lo si fa passare attraverso le due maglie rimaste sull'uncinetto:

Picture

Ecco fatto!

Picture

Continuate su tutte le catenelle:

Naturalmente si può fare anche con 4 gettate, o 5, o quelle che vi pare, il principio è sempre lo stesso: a ogni passaggio si prende il filo con l'uncinetto e lo si fa passare attraverso le prime due maglie.

MEZZO PUNTO ALTO (MZ ALT)

Picture

Una via di mezzo tra punto basso e punto alto (come altezza, come compattezza e come velocità di avanzamento).

Solita catenella d'inizio...

Picture

Come per il punto alto, si fa una gettata subito:

Picture

Si inserisce l'uncinetto nella terza catenella:

Picture

Si prende il filo e lo si fa passare attraverso la catenella stessa:

Picture

Come per il punto alto, ora ci sono tre maglie sull'uncinetto. A differenza del punto alto, però, si riprende il filo e lo si fa passare attraverso tutt'e tre le maglie insieme:

Picture

Fatto!

Picture

Fatene un altro...

Picture

E avanti così per tutte le catenelle.