sabato 20 ottobre 2012

Cucire a mano gli orli


Cucire a mano gli orli
Avete mai provato a cucire a mano un orlo per qualche vestito? Vi sarà sicuramente capitato di acquistare un capo d’abbigliamento come pantaloni o gonne a cui, bisogna rifare l’orlo. Finché avrete qualche amica pratica del mestiere o la mamma che lo farà volentieri per voi, tutto bene. Ma se vi troverete nella condizione di dover fare da sole e non avete per nulla voglia di spendere soldi dalla sarta, ecco una pratica guida per fare a regola d’arte gli orli a mano, proprio come farebbe la migliore delle sarte. Di seguito troveremo tutti i tipi di orlo che vi capiterà di dover utilizzare.
Orlo a sottopunto
Orlo a sottopunto
Dovrete tenere in mano il lavoro tenendo arrotolato l’orlo sull’indice della mano sinistra, trattenendolo col dito medio dietro al lavoro e col pollice, come potete vedere nella figura qui sopra. Dovrete lavorare da destra a sinistra, nascondendo il nodo del primo punto nella parte interna del ripiego dell’orlo. Iniziate quindi prendendo un filo del tessuto immediatamente sotto al punto di appoggio dell’orlo e contemporaneamente introducete obliquamente l’ago nel ripiego, prendendo 1-2 fili. Proseguite lasciando un intervallo di 2 o 3 fili, nello stesso modo. Vi consiglio di scegliere un ago fine dalla vostra scatola di cucito, per avere maggiore precisione.
Orlo a punto nascosto
Orlo a punto nascosto
Innanzitutto imbastire l’orlo. Introducete l’ago nel ripiego piccolo del tessuto orizzontalmente, facendolo uscire 4 fili più avanti e appena sotto al punto dov’è uscito l’ago, prendete un solo filo del tessuto dove l’orlo appoggia e introducete nuovamente l’ago in modo orizzontale nella piega dell’orlo. In questo modo uscirà dopo 4 fili in costa del ripiego stesso. Per fare in modo che la gonna non marchi diritto, arrotolate l’indice della mano sinistra, tenendo col pollice e l’indice l’orlo piegato all’indietro sul diritto.
Orlo a filza
Orlo a filza
Questo tipo di punto è più semplice e generalmente si utilizza quasi unicamente per orlare i tessuti leggeri. Preparata innanzitutto l’orlo già ripiegato, dopodiché fate il punto filza, tenendo punti piccoli ma soprattutto regolari, mantenendo circa un paio di fili di distanza dalla piegatura dell’orlo. Facendo in questo modo fermerete efficacemente il tessuto.
Orlo ad impuntura
Orlo ad impuntura
Questo tipo di orlo viene utilizzato dalle casalinghe per la biancheria di casa, in quanto garantisce all’orlo una resistenza molto efficace e allo stesso tempo una sorta di decorazione che andrà ad impreziosire l’oggetto. Si ottiene ripiegando l’orlo come fatto in precedenza e sfilando un filo appena sopra il ripiego e a questo punto dovrete eseguire un’impuntura, mantenendo un punto regolare lungo la traccia della sfilaturaUsando un colore contrastante al tessuto, otterrete un’elegante decorazione.

Nessun commento:

Posta un commento